Connect with us

Coppe

Allegri: “Dobbiamo migliorarci, ma sono contento per i ragazzi”

“Non si possono vincere tutte le partite 3-0”, aveva sentenziato ieri Massimiliano Allegri in conferenza stampa per riportare la calma tra i suoi ragazzi ed evitare che si deprimano prima del previsto rinunciando a lottare per i vari titoli in palio. E la sua Juventus lo ha ripagato nel migliore dei modi, imponendosi sulla Dinamo Zagabria per 4-0 grazie alle reti del devastante Miralem Pjanic, dell’onnipresente Gonzalo Higuain e del ritrovato Paulo Dybala e alla punizione velenosa di Dani Alves deviata da Schildenfeld. Inevitabile allora la soddisfazione nel post-gara del tecnico bianconero, che ha comunque invitato tutti a rimanere con i piedi per terra.

LA PARTITA – “Partiamo con Dybala: non è che precedentemente Paulo avesse giocato male, solo che gli mancava il goal e stasera l’ha trovato. Sono contento per lui e sono contento per tutti i ragazzi, che stasera hanno fatto una buona partita portando a casa la prima vittoria in Champions che per noi era fondamentale. Stasera la squadra ha fatto una buona prestazione approcciando bene la gara fin dall’inizio, abbiamo però commesso troppi errori tecnici soprattutto nel secondo tempo e questo è un aspetto da migliorare. Dobbiamo migliorarci come gioco di squadra e ci stiamo lavorando: sono 35-40 giorni che siamo tutti insieme e ci vuole un po’ di tempo per inserire i giocatori nuovi e trovare intesa fra tutti. Cuadrado? L’ho messo sulla sinistra per provare un po’ di alternative, anche per il futuro. Cercare di sfruttare al meglio le caratteristiche dei miei giocatori è quello che voglio. Stasera abbiamo fatto il 72% di possesso palla, ma nel secondo tempo abbiamo subito troppi falli perché abbiamo cercato troppo i contrasti e questo significa che dobbiamo essere più puliti e più precisi”.

ILLUSIONE E SUPERFICIALITA’ – “Credo che il rischio che corre la Juve sia quello di uscire dalla sua tradizione affrontando le partite con superficialità, che è dovuta all’arrivo di grandi giocatori. Rimanere con i piedi per terra e non perdere di vista gli obiettivi è fondamentale per vincere, anche perché le cose che si conquistano con fatica sono anche le più belle”.

IL CAMPIONATO – “Domenica abbiamo una partita complicata perché giochiamo alle 12:30 e l’Empoli sta facendo bene nonostante venga da una sconfitta, ma per noi sarà importante chiudere bene questo filotto positivo collezionato in Campionato prima della sosta Nazionali”.

LA BATTUTA FINALE – “Speriamo di non twittare #fiuuu quest’anno perché vorrà dire che faremo sempre bene. Scherzi a parte, nel corso della stagione ce ne sarà sicuramente bisogno: già sabato sul finire della partita col Palermo lo abbiamo rischiato con quella palla che ha attraversato l’intera area”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe