Connect with us

Italia

Allegri e il modulo, ritorno sul luogo del delitto

L’ottimale prestazione con il Cagliari ha mascherato una sostanziale evidenza che ha permesso alla Juventus di estendere al massimo le proprie corde nel corso della partita.

Qualità massima nei singoli nomi a fare da espediente per il modulo: dal 3-5-2 al 4-3-2-1.

Esatto, quello. L’albero di Natale. Quel modulo amico, ferrato da Allegri in estate e che ora scalpita parecchio in cantina per essere messo in mostra. Ci si aspetta ancora Marchisio come chiave di volta a tale discorso, ma pur senza di lui la vittoria con i rossoblu ha dato confortanti segnali a questo ambito tattico.

Dani Alves ha permesso di allargare orizzontalmente la difesa, portando Rugani ad operare da terzino di copertura, con il brasiliano spesso nelle vesti di mezzala intelligente devota ad impostare. E’ andata così formandosi una delle più classiche difese a quattro, meno sofferente dell’assenza di Bonucci.

Il centrocampo, quindi, una mediana a tre con Lemina dallo spartito abbastanza libero, agevolato dall’ottimo equilibrio dato da Hernanes che, privo di particolari pressioni tattiche, ha smistato bene, quasi sempre ad un tocco, il pallone.

14454510_10207670233939955_1294373753_n

Dietro ad Higuain, Pjanic e Dybala. Con il bosniaco vero astro pensante della fase avanzata, rassicurato tatticamente dalla buona tenuta del centrocampo. Due classiche mezzepunte, chiamate spesso anche ad abbassarsi oltre che a rendere prolifici i movimenti in profondità del Pipita, forse, vero beneficiario di tale assetto offensivo da lui già ottimizzato in quel di Napoli.

 Allegri ha quindi riassettato bene quel piccolo moto di confusione sin qui avuto dai suoi, principalmente privi di un equilibrio.

Con il Cagliari lo si è sapientemente trovato attraverso Daniel Alves sulla fascia, Hernanes in mezzo al campo ed un Alex Sandro vero perno della manovra mancina, specialmente in fase di non possesso.

La ricetta migliore, dunque, coi dovuti espedienti. Uomini che sanno trattare la palla.

Difficilmente il Palermo ti riproporrà lo stesso spartito, per un ritorno tattico sul luogo del delitto che in casa Juventus non aspetta altro che redivivere. O prima o poi.

Giornalista per aspirazione, editorialista per diletto. Da bambino non mi hanno regalato il piccolo chimico.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia