Connect with us

Italia

Allegri: “Felice per Dybala, cosa vorrei portarmi nel 2018? La finale di Champions”

La Juventus torna a vincere a Verona per 3-1 dopo 16 anni di attesa, infatti era dall’aprile del 2001 che i bianconeri non sbancavano Verona. L’ultimo successo in serie A fu siglato da un calcio di rigore di Alessandro Del Piero. Questa volta a fare la “voce grossa” è stato Paulo Dybala che con la sua doppietta ha reagito alle tre panchine consecutive. Nonostante questo l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri è stato molto critico sulla prestazione della Vecchia Signora, soprattutto all’inizio del secondo tempo dove un passaggio errato di Blaise Matuidi ha permesso a Martin Caceres, ex Juventus, di siglare il momentaneo pareggio. Andiamo a leggere le dichiarazioni del mister ai microfoni di Sky:

“La Juventus nel secondo tempo ha smesso di giocare, ci siamo riattivati dopo aver preso goal. Abbiamo rischiato di lasciare punti su un campo difficile e di rovinare lo splendido mese che abbiamo fatto, non mi sono piaciute soprattutto le ripartenze che abbiamo subìto. Dybala? Sono contento della sua prestazione, ora è un giocatore sereno. Ora deve solo continuare a lavorare giorno dopo giorno, soprattutto di testa. Nel giro di tre anni deve essere tra i migliori del mondo. Lichtsteiner? Lui è un giocatore di cuore, ha preso una brutta botta ma grazie anche alla sua prestazione abbiamo vinto la partita. Lotta a due? È ancora presto per dirlo, l’obiettivo di oggi era staccare quelle squadre che stanno dietro e restare attaccati al Napoli che sta facendo delle cose straordinarie. Cosa vorrei portarmi nel 2018? La finale di Champions“.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia