Connect with us

Un’attesa estenuante per il popolo bianconero precede la fatidica gara del sei Giugno. Un conto alla rovescia rallentato coinvolge la Juventus, prima italiana dopo ben cinque anni a contendersi la prestigiosa Coppa dei Campioni in finale.
Un percorso di sacrifici e grande impegno, disillusione e grinta ha allettato i cuori della tifoseria, impegnata nella sistemazione per il gran giorno.

IN TILT LA QUESTIONE BIGLIETTI-  esauriti nell’arco di poco tempo i biglietti per la finale, i 74’000 posti dell’Olympiastadion saranno a breve tutti sgelati dal calore dell’irrequietezza sportiva. Berlino sconoscerà la quiete, pervasa dalla tensione di una competizione decisiva. Una vendita esclusiva gestita dalla UEFA ha riscontrato esiti diversi per le rispettive tifoserie: costi differenti a scandire il divario nella gestione delle procedure di Barcelona e Juventus.

VERSO BERLINO- Luis Enrique e Massimiliano Allegri, artefici di un lavoro di continuità ed accortezza, inseguono entrambi il sogno del triplete, al culmine di una stagione già eccellente. Un obiettivo considerevole bussa alla porta del mondo juventino, ancora incredulo della soglia varcata e fremente di vivere la notte dei tempi.
Scorrono le ore, all’incirca 120 prima della gara di Sabato sera, mentre le prime dichiarazioni volgono i riflettori sulla discrezione dei giocatori.
Il gioiellino argentino Lionel Messi afferma che “non sarà facile”, fiducioso nella propria preparazione alla gara, palesa un rispetto da professionista.
Invano il tentativo di pronosticare il termine di questa finale di Champions League, annebbiato dalla varietà di possibili risultati. Le formazioni, ancora non ufficializzate, prevedono la presenza di Luis Suarez, venuto meno dei fastidi muscolari. Anche Andrea Barzagli, difensore della Juventus, sembra ormai disponibile a disputare la gara di Berlino, recuperato in seguito ad un lieve infortunio. Precarie invece le condizioni di Andrés Iniesta, infortunatosi contro l’Athletic Bilbao e sostituito poco dopo l’inizio del secondo tempo del match; sembra tuttavia non essere in dubbio la sua presenza all’Olympiastadion contro la squadra di mister Allegri.
Termina così anche la stagione 201415 per le squadre contendenti il grande titolo: due team alla riscossa che scorgono ormai il desiderio della scintilla finale, degni di vivere e di far vivere l’emozione di una notte eroica.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe