Connect with us

Esclusive

ESCLUSIVA JNT – Leonetti: “Stagione straordinaria, Berardi e Zaza a Torino, occhio a Falcao…”

Abbiamo intervistato Franco Leonetti, ecco ciò che ha dichiarato riguardo mercato e stagione passata della Juventus di Allegri!

Abbiamo intervistato oggi per voi il giornalista e opinionista sportivo Franco Leonetti, che ha parlato della fantastica stagione dei ragazzi di Massimiliano Allegri, di mercato e molto altro ancora!

La Juventus perde la finale di Champions League, ma vince Scudetto, il suo trentatreesimo, e la Coppa Italia, la ricercatissima decima. Come valuti la stagione dei bianconeri?

“Stagione strepitosa quella bianconera. Non è un caso che la doppietta in casa Juventus non arrivava da ben 20 anni, gestione Lippi annata 94-95. Eccolo il dato più esplicativo. Questa è una stagione che passerà agli annali e nella storia del club, su questo non ci sono dubbi, sia chiaro. Oggi non ce ne rendiamo conto perché la stiamo vivendo direttamente, e ci siamo immersi, ma tra qualche tempo capiremo che questa è una annata da incorniciare, nonostante la sconfitta di Berlino.” 

Max Allegri, timone della squadra verso questo double, non era stato propriamente accettato al suo arrivo datato 16 luglio, ed inveve ha sorpeso tutti. Ti aspettavi questo exploit?

“Questo exploit non poteva prevederlo nessuno. Pensiamo solo allo sbandamento del popolo juventino la sera della dipartita di Conte da Vinovo, c’era sgomento e panico. Allegri invece è stato intelligentissimo, è arrivato in punta di piedi con grande umiltà e ha fatto cose davvero incredibili. Questo dimostra che le suggestioni estive spesso durante l’anno non contano nulla. Mister Allegri è un allenatore con grande cultura del lavoro, applicazione e capacità: oggi la Juve gioca indistintamente con due moduli tattici di riferimento e questa è una cosa da grande team. Il suo contratto sta per essere rinnovato e ritoccato, se lo merita.”

Ora però bisognerà dare continuità al ciclo vincente, con i giusti acquisti in sede di mercato. Da questo punto di vista sono già stati chiusi colpi quali Dybala, Khedira, Rugani e Neto. Cosa puoi dirci in più rispetto a ciò che già circola?

“La società sta operando molto bene sul mercato e ha bruciato la concorrenza portando Dybala e Khedira in bianconero, due grandi operazioni! Ora servirà qualcosa di più con le probabili partenze di Pirlo e Tevez, e poi la querelle Pogba e Vidal. Uno di loro partirà. Se per Pogba si attende un’offerta clamorosa ed eclatante sui cento milioni, e a parere mio il francese rimarrà almeno un altro anno a Torino, per il cileno, in presenza di un’offerta congrua attorno ai 35 milioni, potrebbero dischiudersi altri lidi. I nomi sono quelli che si leggono. il mercato è in fase iniziale, ma sono certo che troveremo nella prossima stagione una Juventus ancora più competitiva e pronta a sfidare chiunque, soprattutto in Champions. Il bugdet per fare colpi importanti c’è. Marotta e Paratici stanno lavorando alacremente e sono assai vigili su nomi importanti come Allan, Nainngolan, Mandzukic e altri. Berardi e Zaza arriveranno a Torino, ed occhi sempre aperti su Falcao…”

Di certo si lavora su grandi nomi. Ma cosa serve, secondo la tua opinione, per completare la squadra e tentare di affermarsi definitivamente nell’élite del calcio europeo?

“Serve più qualità sempre e comunque, il Barça, il Real, Il Bayern e il Chelsea lo dimostrano. Oggi per affermarsi in Europa serve una rosa folta e ricambi sempre più all’altezza, la Juventus è arrivata in finale a Berlino non dimentichiamolo. Per ripetersi e vincere serve ancor di più a livello di nuovi arrivi e campioni, il sistema, l’impronta di gioco è valida e vincente e la Juve è l’unica società in Italia ad avere un progetto a largo respiro e corroborato da successi da ben 4 anni.”

Mentre in Italia i bianconeri rappresentano il top. Chi potrà impensierirli nel corso del prossimo campionato?

“Al momento il gap tra la Juve e le altre pretendenti è elevato. La Lazio e la Roma devono proseguire nel progetto comprando, il Napoli ripartirà da zero, le milanesi nonostante i proclami e le trattative molto mediatiche si rinforzeranno, ma la Juventus rimane almeno di un gradino superiore.”

Un grande ringraziamento a Franco per averci concesso il suo tempo!

Nato nella provincia di Terni il 20/04/1998, ama il calcio e la scrittura. Cerca di conciliare il tutto con una delle sue grandi passioni: la Juventus. È caporedattore di VoceBianconera.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Esclusive