Connect with us

Il portiere e Capitano della Juventus Gianluigi Buffon mostra un cauto ottimismo in vista della finale di Champions League contro il Barcellona. Per il portiere bianconero tornare a Berlino evoca dei bellissimi ricordi, infatti il 9 Luglio del 2006 con l’Italia diventò Campione del Mondo contro la Francia e Gigi vorrebbe tanto rivivere quelle emozioni con la Juventus, salendo finalmente sul tetto d’Europa con la Juventus, obiettivo che Buffon ha solo sfiorato nel 2003 nella notte di Manchester quando i bianconeri uscirono sconfitti contro il Milan ai calci di rigore. Andiamo a sentire le sue dichiarazioni:

“Il Barcellona è sicuramente fortissimo, ma come contro il Real Madrid abbiamo le nostre armi per metterli in difficoltà e rendergli la vita difficile e dobbiamo sfruttarle benissimo per avere una minima possibilità di vincere. Noi abbiamo una stima immensa per il Barcellona perché sappiamo quello che ha fatto in questa stagione. Una percentuale di vittoria? Direi meno del 35%”.

Essere in finale è una gran bella soddisfazione nella mia carriera. In questi anni ho dovuto prendere alcune decisioni difficili e l’ho prese seguendo unicamente il cuore. Raggiungere la finale con questi compagni e questo staff è qualcosa di meraviglioso“.

Allegri? Lui è stato intelligente ad inserirsi in punta di piedi. È stato bravissimo sia dal punto di vista umano che professionale. Dal punto di vista tattico ci ha voluto far sperimentare qualcosa di nuovo senza stravolgere nulla di quello che è stato fatto in passato. Grande davvero”.

Tevez? Non lo conoscevo come giocatore, all’inizio è stato spiazzato dai nostri metodi di allenamento ma grazie al suo istantaneo immedesimarsi con il gruppo, si è messo subito a lavorare sodo. In partita poi è fantastico. Capisce quando è il momento di dare una mano alla squadra tenendo palla o facendo un fallo e quando bisogna cambiare marcia”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe