Connect with us

Calciomercato

Icardì-Higuaìn: il sogno Juventus tra gli alibi del popolo

Il punto della situazione sulla trattativa della stagione. E qualche strigliata a chi merita.

La prime pagine dei quotidiani sportivi italiani non fanno altro che rappresentare i loro volti da circa due settimane. O anche di più. Gonzalo Higuaìn e Mauro Icardi sono indiscutibilmente i due nomi più caldi e discussi di questa sessione di calciomercato estiva.

Volendo fare una sintesi di questo intricato quanto clamorosa notizia estiva, c’è da dire che qualora andasse tutto in porto, tante sarebbero le scommesse da aprire, accompagnate da ulteriori numerose ipotesi. Perché nascondersi alla luce del sole, non è più possibile. Le temperature scottano, così come le trattative.

La notizia del giorno è l’arrivo del da parte di due figure importanti quali gli allenatori dei rispettivi club: Massimiliano Allegri e Luciano Spalletti. Da parte della società nerazzurra, la trattativa è spinta dal pensiero fisso di risanare i 40 milioni di euro in debito al FairPlay Finanziario; da parte del Mister, il nome numero uno sulla lista dei desideri sarebbe Edin Dzeko, centravanti per cui stravede dagli anni allenati a Roma. E che, secondo le ultime voci di mercato, anche il centravanti romano avrebbe aperto all’idea di trasferirsi in maglia nerazzurro.

E per quanto riguarda Madama, invece?

Per quanto riguarda Madama, le chiacchiere stanno a zero. Ci guadagnerebbe. Eccome se ci guadagnerebbe. Perché in un calcio come questo non c’è più spazio ai sentimentalismi, soprattutto se quei sentimenti derivano da cuori che, anni dietro, avrebbero fatto carte false per Maurito, e nel mentre si divertivano ad insultarne un altro che, all’epoca, vestiva altri colori. Indovinate chi?

Il parere del tifo va oltre ogni logica, e non avrà nessuna influenza su quella che potrebbe essere la trattativa “del secolo”.

E non reggerà nemmeno l’alibi “del secolo”:

“Icardi non ha esperienze europee“.

Perché a queste persone, non c’è altro da rispondere se no un “alle coppe va data la possibilità di giocarle. E poi, al massimo, si può giudicare“.

Tutto ciò che precede questa realtà, risulta da prevenuti e da non amanti del gioco del calcio. Mettersi in sfida è la prima regola di un vero professionista sportivo. O Madama non vi ha insegnato ancora nulla?

E se proprio vogliamo rimaner in tema europeo, va detto: Higuain, il suo, l’ha dato. La forza di Madama sta nel coraggio di cambiare. E di confermarsi sempre, sempre di più.

Anche le chiacchiere per quanto riguarda la vita privata, si azzerano sull’istante… soprattutto se dall’altra parte della medaglia, non abbiamo un messaggero di vita quiete.

Parliamo di un professionista, quello nerazzurro, che nei periodi più bui della squadra, ha risposto così: capocannoniere. Trascinando i suoi alla salvezza, da solo. E non sono proprio queste le qualità che si richiedono alla Juventus da anni? E adesso che ne abbiamo trovato uno giusto, che facciamo? Lo ignoriamo?

 

E io ripeto sempre: fortuna che, dall’alto, c’è gente che ne comprende più di tutto ciò che leggo sui social. E si tira un sospiro di sollievo. Più di uno.

E inoltre, diciamocela tutta: a noi, l’idea del Maurito al servizio di crossatori dal calibro di Douglas Costa, Paulo Dybala e Federico Bernardeschi, fa venire la voglia di organizzarci in massa e portarlo in spalla da soli, a Torino. Le trattative in denaro lasciamole ai ruoli alti, di competenza.

 

Beppe, ci stai? Noi siamo pronti, e lei?

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Calciomercato