Seguici sui social

Esclusive

Intervista esclusiva a Franco Leonetti: “Nessun caso Buffon. Fate attenzione a certe fonti, ricordate Calciopoli?”

Quest’oggi la Redazione di Voce Bianconera ha avuto l’onore di intervistare il giornalista e scrittore Franco Leonetti. La piacevole chiacchierata con l’illustre personaggio di fede juventina ha toccato diversi punti, primo fra tutti l’argomento della giornata ovvero le presunte frasi del Capitano juventino Gianluigi Buffon alla Gazzetta dello Sport, il quale avrebbe detto: “In Italia si scansano, in Europa no“. Andiamo a leggere l’opinione di Leonetti:

Non esiste nessun caso Buffon. Mi sorprende che ci sia ancora qualche tifoso juventino che legga quella testata giornalistica, calciopoli dovrebbe aver insegnato qualcosa. Poi se c’è ancora qualche tifoso legge ancora certa stampa a distanza di anni faccia pure. Buffon è una persona intelligente, uno dei senatori dello spogliatoio, ed escludo che possa aver detto quelle frasi”.

 

Era doveroso fare qualche passo indietro nel tempo, di qualche giorno, andando a rivisitare il match di Champions League tra la Juventus e l’Olympique Lione, che ha complicato la corsa al primo posto ma non la qualificazione alla fase successiva:

“È stata una gara molto deludente, nel primo tempo si è vasta una buona Juventus, anche se non eccezionale, ma nel secondo tempo siamo andati in difficoltà, soprattutto fisica, ed all’ultimo secondo abbiamo rischiato anche di perderla. Nonostante il mezzo passo falso, le possibilità di passare al turno successivo sono intatte, anche se la corsa al primo posto si è complicata. Pjanic? Quando si ottiene un risultato negativo la colpa non è mai di un solo giocatore ma dell’intera squadra e società. Comunque lui rende meglio dietro le punte“.

In questi giorni, dove molti tifosi juventini si trasformano in allenatori bianconeri, si è discusso molto su come disporre la Juve in campo. Qual è secondo te il modulo dove la Juventus può esprimere totalmente il suo potenziale?

“Dipende dagli uomini che si hanno a disposizione al momento. Allegri sta cercando di mettere in campo una Juve a 4 in difesa perché è un modulo più di stampo europeo, il miglior modulo, secondo me, sarebbe il 4-2-3-1 ma in questo momento è improponibile mancando sia Paulo Dybala che Marko Pjaca“.

Ultima considerazione proprio sull’attaccante croato Marko Pjaca, assente da un mese dai campi da gioco a causa di un’infrazione al perone.

“Non c’è nessun mistero. La Juventus, a causa della diffusione dell’edema, ha diffuso degli esiti a caldo perché la parte infortunata non era ben visibile. Poi, chiaramente, ci sono state delle complicazioni. Io sono fiducioso di rivedere Marko subito dopo la pausa delle nazionali, al massimo una settimana più tardi”. 

 

Esprimi la tua opinione

Esprimi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Esclusive