Connect with us

Italia

Juventus, Alex Del Piero riapre la porta alla sua Signora: “Tornare? Perché no?”

Anche se quattro anni fa, le strade tra la Juventus e il suo condottiero dell’ultimo ventennio ovvero, Alex Del Piero, si sono divise, in modo scioccante e ancora oggi poco chiaro. “Pinturicchio” ha sempre stima, riconoscenza e affetto verso i colori bianconeri, con i quali ha vinto tutto. In una intervista sulle pagine del Corriere Dello Sport, l’ex capitano e numero 10 juventino, ha parlato di tutto ciò che riguarda la Vecchia Signora: La partita di domenica pomeriggio, contro l’Inter, sarà come sempre affascinante e combattuta, come in questi ultimi anni. Vedo una Juventus arrabbiata dopo il pari nell’esordio stagionale europeo. In queste partite di Campionato con le squadre rivali, la squadra ha sempre tirato fuori il meglio di se stessa, ma contro i nerazzurri non è mai facile imporsi, anche perché l’Inter è in crescita, ma gli serve ancora tempo, dopo il cambio di allenatore precoce e inatteso, ma i giocatori hanno mostrato carattere e compattezza contro un comunque ottimo Pescara. I nerazzurri. Hanno delle buone alternative, anche in panchina, ma la Juventus ha iniziato questo Campionato come meglio non poteva e non esce battuta dalla San Siro interista da sei anni. Non credo che questa sfida sia decisiva per lo scudetto, siamo appena ad inizio stagione, ma l’Inter secondo me deve puntare su un Mauro Icardi in forma strepitosa: è il Capitano e in queste partite si esalta, credo possa aggredire i bianconeri in fase di pressing difensivo ed è una delle caratteristiche sulle quali Frank De Boer fonde la sua idea di calcio”.

Sulla vittoria dello scudetto Alex però non ha dubbi :”La Juventus è ancora la più forte e anzi, dopo il mercato che ha fatto quest’estate, la differenza con le sue antagoniste è ulteriormente aumentata, ma non credo che la competitività della Serie A si sia così abbassata da consentire ai bianconeri di vincere con 20 punti di vantaggio. Le avversarie ci sono: Napoli Roma in primis, ma ci metterei l’Inter. Dalla prossima settimana, incominceremo a saperne un po’ di più perché inizieranno i turni infrasettimanali. Chi sono gli acquisti più forti? Cuadrado, Pjanic, Benatia Dani Alves, si aggiungono ad una squadra forte ad un gruppo che gioca insieme da molti anni, sono abituati a giocare grandi sfide. Su Higuain dice: “Non mi esprimo, perché non troverei le parole giuste per elencare le doti di questo grandissimo Campione. Poi con Dybala va a sfidare le grandi coppie d’attacco degli altri grandi club europei: è una bella competizione”.

Caro Alex, perdonaci una nostra battuta, tu e David Trezeguet, non eravate poi così scarsi…. Nostalgia canaglia a parte, Alex si sofferma sul giovane Marko Pjaca: “La sorpresa della Juventus di questa stagione potrebbe essere lui, anche se l’arrivo in squadra di tanti campioni, può oscurare il suo talento, che è grande: la società ha fatto una buona scelta, anche per il futuro, ma sarà il campo a dire se ho ragione. Una domanda con una risposta seria è precisa: “Avrei speso tutti quei soldi per acquistare Higuain? Onestamente non lo so, ma è chiaro che è stato un’investimento molto coraggioso, ma credo che sarà ben ripagato: è un grande attaccante e ha fame di gol e vittorie. Dybala come me? ogni giocatore è diverso, come caratteristiche, ma abbiamo molti punti in comune. La Juventus, per me non è la favorita per la Champions League: lo dico perché spesso lo siamo stati, e siamo rimasti scottati, specie quando giocavo io. Ma questa Juventus deve lottare sul campo giocandosela alla pari con tutti. Infine Alex riaccende una speranza mai perduta dai tifosi :”Tornare come dirigente? Chi lo sa, io non mi pongo mai limiti in quello che faccio”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia