Connect with us

Italia

Juventus, il questa sera si inaugura il 2018 con la trasferta a Cagliari. i precedenti

Archiviata la vittoria nel derby di Coppa Italia contro il Torino, che ha permesso alla Juventus detentrice del trofeo di qualificarsi per l’ennesima volta alle semifinali, questa sera alle ore 20.45 i bianconeri cominciano il nuovo anno con la trasferta sul campo del Cagliari che nasconde sempre qualche insidia; allo stadio “Sardegna Arena” prende il via la fase decisiva del campionato quella che porterà tra quattro mesi e mezzo all’assegnazione dello scudetto 2017/2018. Oggi si disputa integralmente la prima giornata del girone di ritorno, dopo i tradizionali anticipi di ieri. Mister Massimiliano Allegri, si affiderà in gran parte ai giocatori che hanno battuto i granata, ma con più di qualche variazione; per esempio chi ha giocato mercoledì sera, come Kwadwo Asamoah, Stefano Sturaro, Douglas Costa Mario Mandzukic stando alle indiscrezioni della vigilia dovrebbero riposare. In difesa giocheranno Mehdi Benatia al posto di Daniele Rugani Andrea Barzagli troverà posto sulla sinistra sostituendo l’indisponibile Mattia De Sciglio. A centrocampo, tutti confermati con il trio formato da Sami Khedira, Blaise Matuidi Miralem Pjanic. Ballottaggio tra Federico Bernardeschi Douglas Costa sugli esterni, mentre l’attacco resta immutato. La Juventus, dovrà fare attenzione all’avversario, cercando di contrastare la loro velocità sopratutto degli interpreti offensivi come Diego Farias Joao Pedro. Occhio particolare alle palle alte dove Leonardo Pavoletti è l’elemento di spicco. Questa è la partita degli ex per Simone Padoin che con i bianconeri ha vinto tanto, pur non giocando spesso, ma è stato uno degli elementi più amati dalla tifoseria, per disponibilità, professionalità e attaccamento alla maglia.

Le statistiche e i precedenti

Si tratta della 37a sfida tra rossoblù e bianconeri in terra sarda, il bilancio è a favore degli ospiti con 15 successi, 9 vittorie del Cagliari e 12 pareggi. Le sfide più importanti sono quelle degli anni 90′ il successo più netto dei padroni di casa è datato 1994/1995 (3-0) con le reti di Luis Oliveira, Dely Valdes Roberto Muzzi. Al termine di quella stagione la Juventus tornò tricolore e il Cagliari conquistò la permanenza. Negli anni precedenti vi furono due pareggi 0-0 nel 1990/1991 e 1-1 nel 1991/1992. In questo match reti di Roberto Baggio per i bianconeri e Aldo Firicano per i sardi, 0-0 nella stagione successiva mentre nel 1994 vittoria agli ospiti con il minimo scarto. Nel 1996 è 0-0, così come nel campionato successivo. Nel settembre del 1999 colpo esterno bianconero, con la rete decisiva di Antonio Conte. La sfida torna allo stadio S. Elia solo nel febbraio 2005, bianconeri avanti con Emerson, ma vengono raggiunti da un’insolito colpo di testa vincente di Gianfranco Zola al 93°. Nel aprile 2006 David Suazo sembra spianare la strada ad una vittoria rossoblù attesa undici anni, ma una rete di Fabio Cannavaro al 94° spezza il sogno cagliaritano. Nel settembre 2007 la sfida più ricca di gol, i bianconeri espugnano il S.Elia grazie al gol decisivo di Giorgio Chiellini al 93° per il 2-3 finale. Le altre reti furono siglate da Alex Del Piero, Mauro Camoranesi, al Cagliari non bastarono due rigori trasformati da Pasquale Foggia.

Il gol decisivo di Amauri regala alla “Vecchia Signora” la vittoria nel ottobre 2008. Dodici mesi dopo, il Cagliari spezza la serie infinita senza vittorie contro la Juventus e la batte per 2-0, reti di Alessandro Matri Nenè. Proprio Matri, non perdonerà i rossoblù il 5 febbraio 2011 trascinando la Juventus al successo per 1-3 con una doppietta; l’altro sigillo fu di Luca Toni.

 Per i tifosi della società bianconera, è impossibile dimenticare la data del 6 maggio 2012, la vittoria esterna per 0-2, proprio contro i Sardi consegna alla Juventus il primo dei sei scudetti consecutivi, dopo tanti anni di attesa. Mirko Vucinic e un’autorete fanno esplodere la festa sul neutro di Trieste. Campo neutro a Parma anche l’anno successivo, i bianconeri ribaltano il risultato quando la sconfitta sembrava già scritta, con due gol di Matri nel recupero e il contropiede vincente di Vucinic. Nel 2014, il s.Elia riapre i battenti, ma è quaterna ospite in rimonta con Fernando LLorente che fa doppietta, Stephan Lichtsteriner Claudio Marchisio realizzano le altre reti. La Juventus fa terno l’anno successivo con Max Allegri che torna da ex a Cagliari sulla panchina bianconera, ma ai suoi amati colori da giocatore da dei dispiaceri con Carlos Tevez, Arturo Vidal e ancora LLorente, Luca Rossettini rende meno amara la sconfitta. Nello scorso campionato, la “signora” vinse grazie ad una doppietta di Gonzalo Higuain. 

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia