Connect with us

Italia

Juventus, obiettivo vittoria a Empoli

Dopo la scorpacciata di gol europea in Croazia, domani la Juventus si rituffa nel campionato, affrontando in trasferta l’Empoli, nell’anticipo domenicale delle ore 12:30, che vale come settima giornata del campionato di Serie A 2016/2017; i bianconeri, sperano di tornare dalla toscana, con un risultato positivo, che gli faccia dare continuità dopo l’opaca prestazione di sabato scorso a Palermo, ma con annessa vittoria. E’la terza trasferta consecutiva in sette giorni, per la “Vecchia Signora” che vuole andare alla seconda sosta della stagione da prima in classifica. E’proprio dallo stadio “Mario Castellani” che iniziò la rimonta tricolore dei bianconeri, verso il quinto scudetto consecutivo, (14 vittorie consecutive) con l’1-3, in rimonta firmato da tre giocatori diversi, ma una settimana prima c’era stata la vittoria thriller nel derby casalingo contro il Torino. Empoli è “talismano” per la squadra di mister Massimiliano Allegri e non solo, la Juventus non esce sconfitta dal Febbraio 2008, ottavi di finale di andata,  in Coppa Italia, ko poi ribaltato nel return match, ma in campionato ha vinto dieci delle ultime dodici sfide. I padroni di casa, arrivano a questo scontro, non con il morale ideale, visto che in questo inizio di stagione hanno battuto solo il neopromosso Crotone, ma sono stati penalizzati da un calendario terrificante che nelle ultime due giornate li ha visti soccombere prima all’Inter, poi alla Lazio. La società azzurra, ha cambiato allenatore e da Marco Giampaolo passato alla Sampdoria, si è passato all’esordiente ed ex giocatori dell’Empoli anni 90′ Giovanni Martusciello. Non dimentichiamoci però, che questa squadra negli ultimi due anni, ha ottenuto la salvezza sempre, con ampio margine. Molti giocatori che giocheranno domani sono stati anche allenati dall’attuale allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, che ne ha portato con sè almeno un paio sotto il Vesuvio, come Lorenzo Tonelli Mirko Valdifiori, passato al Toro, un paio di mesi fa.

Lo scorso anno l’Empoli ha fatto una prima parte di campionato davvero strepitosa, che gli ha fatto sognare un’inedita qualificazione alle coppe europee, ma nel girone di ritorno gli azzurri, sono incappati in una serie di sconfitte consecutive che hanno spezzato questo sogno, ma comunque garantito la permanenza in massima serie, la terza consecutiva; Tornando alla Juventus, l’uomo più atteso è sicuramente Paulo Dybala che mercoledì sera, ha segnato finalmente il primo gol, stagionale, per altro molto bello. Al suo fianco ci sarà come al solito il connazionale Gonzalo Higuain, che invece ha trovato il suo primo acuto fuori casa, da quando è in maglia bianconera. Solite scelte obbligate a centrocampo, con possibili variazioni solo sugli esterni. Unica certezza, la difesa tutta italiana, portiere compreso, come di consuetudine. A centrocampo, sarà riconfermato Anderson Hernanes, che la dovrebbe spuntare, su Mario Lemina. L’ex laziale e interista appare sempre più in buone condizioni dopo i fischi della passata stagione. ma può fare ancora molto di più. Miralem Pjanic, uscito per un brutto fallo durante il match, contro la Dinamo sarà regolarmente in campo. Sulle fasce laterali ritornerà lo strepitoso Alex Sandro, così come Stephan Lichtsteiner, salvo variazioni dell’ultima ora. La lista indisponibili è ancora folta per Allegri, che però recupera Stefano Sturaro, possibile per lui, un ingresso a gara in corso.

I pericoli per la difesa juventina, saranno sicuramente rappresentati dalla voglia di riscatto degli avversari e dal voler fare bene contro un avversario più forte, davanti ad uno stadio che sarà tutto esaurito. I toscani, hanno bisogno disperato di punti, e non li ottengono contro l’avversario di turno dal 3-3, del 25 Gennaio 2004 e per questo, si affideranno a Riccardo Saponera, Manuel Pucciarelli, Massimo Maccarone in rete l’anno scorso. Rigorosa attenzione però per l’esperto Alberto Gilardino, che ha sempre avuto nei bianconeri uno dei suoi bersagli preferiti, specie quando militava nel Parma o nella Fiorentina. Occhio però, ai tiri dalla distanza, e in quel caso c’è da stare attenti a Josè Mauri, che fece un gol pazzesco ai bianconeri un anno e mezzo fa, regalando una vittoria insperata ad un Parma fallito e già retrocesso, arbitrerà il match il sig. Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo. 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia