Connect with us

Breaking News

Juventus, Padoin sfida gli ex compagni :”Loro arrabbiati, se sono al 100% la vedo dura”

Ve lo avevamo accennato già nell’articolo di ieri mattina, che oltre ad essere una partita insidiosa, quella della Juventus contro il Cagliari, è anche il match degli ex, davvero molti, e tra questi c’è il terzino Simone Padoin, che torna a Torino con una maglia diversa da quella bianconera, dopo cinque anni di vittorie, Cinque Scudetti di fila, due Coppe Italia, e tre Supercoppe Italiane. Ha indossato sempre il numero 20, e pur non giocando quasi mai titolare, per i tifosi era diventato un idolo, per il suo essere sempre pronto ad aiutare la squadra, nei momenti di difficoltà subentrando dalla panchina. Un personaggio davvero virale, tanto che o in campo o in panchina, con Padoin la Juventus, non ha quasi mai fallito, l’appuntamento con la vittoria. Sopratutto lo scorso anno, quando la Juventus era indietro in classifica, il giocatore è stato un vero leader, nello spogliatoio, con questo atteggiamento si è guadagnato il soprannome di “Talismano ” con qualche gol segnato, in questo lustro ed anche sul web, diventando un icona inattesa.

Alla “Gazzetta dello Sport” Padoin, ha rilasciato dichiarazioni d’affetto e non solo su quello che è stato un passato importante e pieno di soddisfazioni :”prima di entrare in campo, per me sarà speciale rivedere, quello che è stato il mio pubblico, gente che mi ha voluto un bene speciale, saluterò con grande affetto Andrea Barzagli, tra noi c’è un rapporto particolare, ma tutto il reparto difensivo è rimasto nel mio cuore, Gigi Buffon su tutti, Chiellini, Marchisio Lichtsteiner, che è svizzero, ma per me è il più italiano di tutti. Sono grandi uomini, chi vuole farsi spazio in questa squadra, deve imparare moltissimo da loro, questo è il segreto dei successi di questa società. Sono molto emozionato, ho vissuto cinque anni, meravigliosi, a Torino devo tanto, qui sono nati i miei figli, poi ho avuto la fortuna di abitare in Corso Gallileo Ferraris, alle spalle della sede, rivedo tutti con estremo piacere, ma ora gioco per Il Cagliari, e voglio fare bene, una volta iniziata la partita, ci sarà solo agonismo e voglia di prevalere.

Sull’avversario odierno :”E’inutile nasconderci, la Juventus è fortissima, e dopo che subisce una sconfitta, di solito ci mette anche rabbia, e per noi, diventa ancora più complicato, se in campo scenderà una squadra al 100% per noi sarà durissima. Per impensierirli bisogna essere perfetti e sperare, che loro siano al 50% -60% e che il ko contro l’Inter, gli abbia fatto più male del solito, ma per portare a casa dei punti ci vuole anche un pizzico di fortuna, specie fuori casa, non è una partita impossibile, ma più che altro è difficile da interpretare”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Breaking News