Connect with us

Italia

Juventus, tra festa tricolore e malinconia ospitando il Verona. i precedenti

Domani pomeriggio alle ore 15.00 l’Allianz Stadium di Torino, ospiterà l’ultima partita ufficiale della Juventus, stagione 2017/2018. I bianconeri, giocheranno l’unico anticipo della 38a e ultima giornata del campionato di Serie A, ospitando l’ Hellas Verona, penultimo in classifica e già retrocesso in serie B. Al termine del match, ci sarà la premiazione, dei giocatori, con la consegna ufficiale della Coppa Scudetto, il settimo consecutivo, ma la giornata di Domani è già stata ribattezzata il Gianluigi Buffon Day, infatti dopo diciassette anni di militanza tra trionfi e momenti difficili, il 40enne portiere e capitano juventino ha ufficializzato il suo addio definitivo alla “Vecchia Signora”. Sei anni dopo Alessandro Del Piero, il pubblico juventino ritornerà a vivere una scena non certo piacevole e malinconica, ma ovviamente piena di significato. L’estremo difensore toscano, però, per ora non ha intenzione di appendere i guanti al “chiodo”. Ci sono per lui offerte vantaggiose dai più seguiti campionati esteri. Il diretto interessato ha dichiarato che, lascerà la sua fascia di capitano a Giorgio Chiellini e la difesa della porta a Vojciech Szceznhy, come più volte annunciato dai più famosi e autorevoli giornali sportivi in tutta Italia. Per quanto riguarda la formazione, mister Massimiliano Allegri, volendo chiudere nel migliore dei modi, la stagione che è valsa la quarta accoppiata consecutiva Scudetto – Coppa Italia, dovrebbe schierare la formazione titolare, per salutare al meglio il suo condottiero principale. Non sarà l’unico addio, infatti, saluteranno Torino, Kwadwo Asamoah, e sopratutto Stephan Lichtsteiner, amatissimo dalla tifoseria, che dopo sette anni, con altrettanti tricolori vinti, undici trofei totali, ha deciso di andare anch’egli a giocare all’estero, anche se non si sa ancora con quale maglia. Domani pomeriggio comunque, il terzino Svizzero, sarà titolare. La Juventus dovrebbe schierarsi con il tridente sia a centrocampo che in attacco.

Statistiche e Precedenti

L’Hellas Verona fino ad ora non ha mai vinto a Torino nella sua storia, nelle 27 partite disputate in casa della “Vecchia Signora”, i padroni di casa, hanno vinto 23 volte, con soli quattro pareggi. Gli ospiti, non segnano allo Stadium dal 2013/2014, l’autore fu Fabrizio Cacciatore. La prima sfida di rilievo fu a metà anni 80′ con un pareggio per 1-1, che consegnò il tricolore all’Hellas primo e unico nella storia degli scaligeri. I veneti, si presentano da campioni d’italia, la stagione successiva, ma vengono travolti, per 3-0, con Michel Platini, protagonista. Nel 1987, vittoria in rimonta per 2-1, con rete decisiva di Antonio Cabrini. Stesso risultato l’anno dopo, con doppietta di Rui Barros; E’ Totò Schillaci a regalare alla Juventus, un altro successo in rimonta, sui veronesi, 2-0, nel primo confronto assoluto allo stadio delle “Alpi”, con il palermitano ancora a segno. Il Verona ci metterà tre anni abbondanti a ritornare in Serie A, il confronto ritorna il 15 dicembre 1996, con la Juventus, che sotto 0-2, viene trascinata al successo da Del Piero, con un gol dei suoi, quando il match sembrava destinato al pareggio. Altra sfida, il 6 gennaio 2000, ed è Filippo Inzaghi a firmare il guizzo decisivo. Sfida nel campionato cadetto il 9 dicembre 2006, gol decisivo di Mauro Camoranesi, il grande ex del match. I problemi societari, spingeranno l’Hellas a ripartire dal basso, e il ritorno in massima serie, avviene soltanto nel 2013 e allo Stadium l’Hellas si ritrova in vantaggio, ma la “Vecchia Signora” trascinata da Carlos Tevez, pareggia con un suo gol, ma a decidere la sfida è Fernando LLorente. Tevez è ancora protagonista l’anno successivo, con una doppietta, nel 4-0 juventino sui veneti, le altri reti di Paul Pogba Roberto Pereyra. L’Ultima sfida avviene il 6 gennaio 2016, 3-0 per i padroni di casa, a segno : Paulo Dybala, Leonardo Bonucci Simone Zaza.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia