Connect with us

Italia

La nuova Juventus targata Cr7 riparte dal Chievo. I precedenti

Domani pomeriggio la Juventus inizierà la stagione agonistica 2018/2019, con l’anticipo della prima giornata del campionato di Serie A, sul campo del Chievo Verona. Lo stadio Marco Antonio Bentegodi, sarà la cornice dell’esordio assoluto ufficiale con la maglia della “Vecchia Signora” di Cristiano Ronaldo, e del ritorno di Leonardo Bonucci, dopo la sfortunata e amara esperienza milanista. Sarà la prima annata, senza Gianluigi Buffon, e Claudio Marchisio, che hanno lasciato il club torinese dopo diversi anni di militanza. Sarà l’occasione per vedere all’opera volti nuovi come Joao Cancelo ed Emre Can, giusto per fare alcuni nomi, ma anche dei trascinatori della scorsa stagione, che hanno contribuito alla quarta doppietta consecutiva, come Douglas Costa e Paulo Dybala. Contro i clivensi, mister Allegri, dovrebbe affidarsi al modulo tattico 4-3-3.

 

Precedenti e statistiche

I bianconeri, hanno una tradizione favorevole, nei quasi venti scontri in casa del Chievo, dove non perdono dal 2009/2010, gol decisivo di Gennaro Sardo. Tre sono i pareggi, per il resto solo vittorie bianconere in casa dei “mussi volanti”. La prima sfida è datata gennaio 2002, con l’1-3, ospite con Ciro Ferrara Alex Del Piero protagonisti, per i gialloblù a segno Massimo Marazzina. l’anno dopo, sotto la nebbia, i torinesi esagerano rifilando una quaterna agli avversari, con  l’ex capitano bianconero e David Trezeguet, trascinatori assoluti del match. Nel settembre 2003, la Juventus, va sotto, ma prima il primo gol assoluto da juventino di Nicola Legrottaglie, (gol dell’ex) e ancora Trezeguet, regalano i tre punti agli ospiti. Recriminazioni e polemiche nel marzo del 2005, al Chievo non viene assegnato un gol “fantasma”, gli ospiti vincono con una rete di Ruben Olivera all’87°. La voglia di rivalsa clivense si concretizza nel gennaio 2006, dove conquista il primo storico punto interno contro i bianconeri. I veronesi sognano a lungo i tre punti, con la rete di Daniele Franceschini, ma Patrick Vieira, troverà l’1-1 finale. La sfida osserverà ben due anni di pausa tornando in calendario il 9 novembre 2008, dove Del Piero si regala un 34esimo compleanno da ricordare, con un calcio di punizione dei suoi, per il vantaggio juventino, e trasformando un rigore poco dopo, pochi giorni dopo, aver disputato la partita migliore della sua carriera, con due reti sul campo del Real Madrid. Detto della beffa del 2010, dove i bianconeri usciranno dal campo senza punti, sembra fatta nel 2010/2011, grazie ad un grandissimo gol di Fabio Quagliarella, ma il pareggio di Sergio Pellissier in pieno recupero, lasciò l’amaro in bocca.

La prima annata “contiana”porta un match senza reti al Bentegodi. L’anno successivo si scatena, in pochi minuti Alessandro Matri, che fa doppietta, violando ancora il campo del Chievo. Nel 2014, la Juventus, ottiene il record assoluto di punti in serie A, ma come al solito la trasferta contro i veronesi non è mai facile, tanto che gli juventini, conquistano i tre punti in rimonta, e con una decisiva autorete. Stesso discorso nel primo anno “allegriano” e alla prima giornata, come domani. Eccoci al successo più largo di sempre, 0-4 nel gennaio del 2016, con Alvaro Morata Paul Pogba, trascinatori indiscussi. Nel 2016/2017, ci volle un calcio di punizione di Miralem Pjanic, a cancellare un 1-1, quasi scritto, dalle rete bianconera di Mario Mandzukic e dal pari di Pellissier su rigore.  L’anno scorso, sofferto 0-2, firmato da Sami Khedira Gonzalo Higuain.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia