Connect with us

Molti hanno paragonato il cammino della Juventus in Champions League con quello dell’Italia ai mondiali di Germania 2006. Quei “molti” sono in gran parte i tifosi che domani parteggeranno per il Barcellona e cercano di portare sfortuna alla squadra bianconera arrivata a Berlino contro ogni pronostico e sempre contro ogni pronostico cercherà di vincere la Champions League contro il Barça dei marziani Leo Messi, Neymar e Luis Suarez.

Gufi a parte, i tifosi della Juventus sperano davvero che l’avventura della Juventus in Champions si concluda come quella dell’Italia nel 2006. Entrambe le squadre hanno partecipato alle proprie competizioni da sfavorite ed entrambe sono arrivate all’atto conclusivo del torneo. Oltre a questo ci sono molte altre coincidenze che fanno ben sperare i bianconeri, andiamo a vederli insieme:

Nel campionato 2005/2006 Luca Toni si è laureato capocannoniere, esattamente come in questo torneo concluso con 22 goal. Nel 2006 Toni era l’attaccante della Fiorentina.

Entrambe le squadre, Italia 2006 e Juventus 2015 vincono il match d’esordio per 2-0: L’Italia contro il Ghana con goal di Andrea Pirlo e Vincenzo Iaquinta, la Juventus contro il Malmoe con doppietta di Carlos Tevez.

Per entrambe le squadre la gara della svolta è stata quella del Westfalen stadion di Dortmund: L’Italia sconfisse la Germania per 2-0 con goal di Grosso e Del Piero e la Juve ebbe ragione del Borussia Dortmund per 3-0 con doppietta di Tevez e goal di Morata.

Lo stadio della finale è l’Olympistadion di Berlino. L’Italia vinse la finale contro la Francia ai calci di rigore dopo l’1-1 dei tempi regolamentari e supplementari.

Ma tutte queste coincidenze domani non scenderanno in campo, per provare a vincere la Champions League, che manca dalla bacheca juventina da 19 anni, serviranno grinta, concentrazione e determinazione. Bisognerà fare la partita perfetta per tentare di mettere in difficoltà il Barcellona che in questo momento sembra essere davvero la squadra più forte del mondo. Come direbbe l’ex Ct della nazionale italiana ed ex allenatore della Juventus Marcello Lippi servirà avere fame di vittoria e di quella i bianconeri sono ben forniti.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe