Connect with us

Nel giorno del media day blaugrana, uefa.com ha deciso di intervistare il giocatore più atteso della finale di Champions League che si terrà a Berlino sabato 6 giugno e che vedrà di fronte Barcellona e Juventus, due squadre che hanno vinto campionato e coppa nazionale e che andranno a caccia della coppa dalle grandi orecchie per festeggiare il “triplete“.

Il personaggio in questione è il numero 10 del Barcellona Lionel Messi, autore dell’ennesima stagione da assoluto protagonista sia in termini di leadership che in termini realizzativi con 58 centri in 56 partite in stagione e capocannoniere della Champions League con 10 reti in coabitazione con Cristiano Ronaldo.

La “Pulga” ha rilasciato alcuni commenti sulla finale e sull’avversaria che si troverà di fronte sabato sera all’Olympiastadion esprimendo grande rispetto per la squadra bianconera: “Sappiamo che affronteremo un avversario ostico – la Juventus è molto forte, è una grande squadra. E’ una finale e tutto può succedere, ma ci prepareremo e arriveremo a questa finale come abbiamo fatto per le finali precedenti. Bisogna superare tanti ostacoli per arrivare qui e sappiamo non sarà facile diventare nuovamente campioni. Il nostro sogno è di vincere tutto”.

Non solo record e trofei per la squadra, però, perché Messi può entrare nella storia per altri motivi. Innanzitutto se trovasse il goal nella finale raggiungerebbe nuovamente Cristiano Ronaldo in cima alla classifica dei marcatori a quota 78 reti e inoltre con questa stessa realizzazione diventerebbe il primo giocatore ad aver segnato in tre diverse finali della Coppa dei Campioni dopo aver segnato due goal decisivi nelle finali del 2009 e del 2011.

La Juventus, dunque, è avvisata perché Leo nonostante i numerosi premi personali e trofei vinti con il suo Barça non è affatto sazio e anzi ha ancora tanta fame di vittorie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe