Connect with us

Sarà il fatto che è cresciuto nel Real Madrid, sarà il fatto che ha vinto la “decima” con i bianchi di Spagna, ma l’attaccante juventino Alvaro Morata, l’uomo che ha letteralmente fatto piangere il Real Madrid con due goal, non si tira certo indietro di fronte alla sfida, la più importante dell’intera stagione, del Barcellona di Leo Messi, Neymar e Luis Suarez. Nell’incontro con i giornalisti pianificato dall’Uefa, il Media Day, Alvaro è sembrato molto sicuro di se. Questo è senza dubbio l’atteggiamento giusto per avvicinarci alla finale di Berlino. Andiamo a sentire le sue dichiarazioni:

“Come ha detto il mister giocheremo 11 contro 11, quindi abbiamo il 50% di possibilità di portare a casa la coppa. Lo vogliamo fortemente e faremo di tutto per riuscirci. La Juventus può battere chiunque. Chi toglierei al Barcellona? Se potessi toglierei Iniesta, è fortissimo. Loro hanno anche un forte attacco, è vero, ma noi abbiamo degli ottimi difensori, degli ottimi centrocampisti e ottimi attaccanti e cercheremo di fermarli in ogni modo. Se segnassi contro il Barça? Di certo non sarebbe doloroso, contro il Real Madrid non ho esultato per rispetto della società che mi ha fatto crescere calcisticamente e dei tifosi”. 

Alvaro Morata è arrivato a Torino dal Real Madrid la scorsa estate per la cifra di 20 milioni di €, acquisto più costoso dell’era Agnelli prima che arrivasse Paulo Dybala, pagato 24 milioni di € più 4 di bonus, i bianchi di Spagna vantano un diritto di “recompra” esercitabile dal 2016 per 30 milioni di € e di 35 milioni di € nel 2017. Dubitiamo fortemente che Giuseppe Marotta voglia disfarsi di un attaccante giovane che è definitivamente esploso in maglia bianconera, infatti il dg si incontrerà con Florentino Perez con l’obiettivo di annullare o dilatare il diritto di riacquisto della “casa Blanca”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe