Connect with us

Continua il valzer delle panchine del campionato italiano e dopo Sampdoria e Milan anche il Napoli cambia la propria guida tecnica. Dopo aver salutato Rafa Benitez,che sarà il nuovo allenatore del Real Madrid, il presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis ha inserito parecchi nomi all’interno della sua lista per il successore del tecnico spagnolo.

In cima alla lista dei desideri di ADL c’era Unai Emery, tecnico del Siviglia, seguito anche dal Milan, e fresco vincitore della seconda Europa League consecutiva ma lo spagnolo che l’anno prossimo potrà giocare la Champions League ha deciso di accettare la proposta di rinnovo del club andaluso.

Incassato il rifiuto, il patron del Napoli ha messo nel mirino altri tre tecnici italiani, ovvero Luciano Spalletti, Cesare Prandelli e Maurizio Sarri.

Valutando i profili dei candidati il presidente ha deciso di puntare forte sull’allenatore ex Empoli che stando alle voci degli ultimi giorni era indeciso se accettare la proposta del Cagliari o addirittura fermarsi una stagione dopo un ottima annata trascorsa sulla panchina del club toscano.

Nelle ultime 24 ore però il pensiero di Sarri è decisamente cambiato, perché in seguito all’incontro avvenuto nella serata di ieri tra il tecnico e il presidente del Napoli è stato trovato un accordo che legherà Sarri alla panchina azzurra per un anno con un opzione per il secondo sulla base di 1,5 milioni di euro netti, cifra che corrisponde esattamente a 5 volte lo stipendio percepito ad Empoli.

Dalla toscana, però, potrebbero arrivare anche alcuni giocatori vogliosi di seguire il proprio tecnico e dimostrare le proprie qualità in una grande squadra, e in questa direzione il principale indizio porta a Mirko Valdifiori, regista puro cercato da tempo del Napoli che ora avrebbe un’arma in più per convincere il giocatore a trasferirsi in Campania.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia