Connect with us

Rubriche

Pagelle VB – Cagliari-Juventus, Bernardeschi ci crede di più

I TOP e i FLOP di Cagliari-Juventus per VoceBianconera.

 

 La forza della Juventus, da tanti anni a questa parte, è proprio quella di vedergli vincere anche partite come queste. Sporche, dure, difficili. Tanta caparbietà e tanta lotta portano al vantaggio del giocatore che ne ha avuto da vendere più di tutti: Bernardeschi.
La vittoria della squadra passa dai piedi di quest’ultimo e dai guantoni di un altro supereroe come Szczesny. E così, in una serata così stregata, Madama riesce comunque a portare a casa 3 punti tra i più difficili della stagione.

Ecco le mie pagelle di Cagliari-Juventus per VoceBianconera!

SZCZESNY 7 – Se la sua squadra rimane a galla senza subire più volte la rete dello svantaggio, è tutto merito suo. Un’eredità che pesa come un macigno, ma raccolta alla grande. L’UOMO DEI MIRACOLI

BARZAGLI 6,5 – Quante critiche gli sono state date da terzino a questo povero signorotto? Ed invece la prestazione che ne segue è una delle migliori in campo. Alla faccia del bollito. COSTANZA E SOSTANZA

BENATIA 6 – Questa sera si concede qualche svista di troppo. Ma del resto, troppa perfezione dopo un pò comincia anche a stancare, no? Umano anche lui. E da umano, si becca comunque una meritevole sufficienza. DISTRATTO

CHIELLINI 6 – Nel complesso è ordinato, ma a sorpresa soffre più volte gli inserimenti di Pavoletti. Poi arriva quel turbante, vecchio amico di battaglia, ed è tutta una questione di SUPEREROE.

ALEX SANDRO 6 – Inizia con il turbo, rallenta con il passare dei minuti, pur mantenendo una costante LUCIDITÀ.

KHEDIRA 6 – Meno brillante del solito, ma subisce un colpo alla testa non da poco che gli influenza l’andamento della gara. Rimanetecelo intatto, grazie! ACCIACCATO (60′ MANDZUKIC 6 – Entra, si sente e si vede. Fa rifiatare i suoi e allunga la squadra in avanti. La presenza tipica di un CARRARMATO)

PJANIC 5,5 – A differenza dei compagni di reparto, si distingue brillando nel secondo tempo invece che nel primo. Tocca tanti palloni ma ne perde altrettanti, concedendo troppo: le migliori ripartenze dei padroni di casa, partono da errori suoi. ALTALENANTE

MATUIDI 6,5 – Primo tempo da furia. Secondo tempo in calo: il francese si inserisce a dovere, ma la precisione gli manca… Complici, tra l’altro, i fischi razzisti della curva di casa, a dir poco vergognosi, che influiscono pesantemente sulla prestazione totale del ragazzo che, anche così, non molla comunque nulla. Da buon juventino qual è. CAVALLO DEL WEST

BERNARDESCHI 7 – Ci prova costantemente, ci crede più di tutti, e per poco non manda giu la curva quando il suo tiro micidiale sfiora di poco il palo della porta avversaria. Nel secondo tempo, ci crede ancora di più. E raccoglie i suoi frutti. IL TITOLARE. (78′ LICHTSTEINER 6 – Entra e mantiene il risultato, concedendosi le sportellate che tanto adora. UOMO IN PIÙ)

HIGUAIN 5,5 – Passaggi troppo sporchi anche per un centravanti di stazza come lui. Se poi ci mette del suo, sbagliando l’impossibile, l’insufficienza è servita. Lo salva il risultato. CARBONE A VOLONTÀ

DYBALA 5,5 – Oltre il danno, anche la beffa. Non è ispirato, e si vede, ma la fortuna non è dalla sua parte. Proprio non ci voleva. BUONA FORTUNA, PAOLINO! (50COSTA 7 – Entra e la squadra, crampi o meno, assume una VELOCITÀ DOPPIA. Pochi minuti quanto letali. Un assist, una vittoria. Non si può più farne a meno.)

ALLEGRI 6,5 – Mantiene Bernardeschi in campo, e ha ragione. Fa entrare Costa a tempo inoltrato, garantendo parte della vittoria, e ha ragione. È tutta una questione di RAGIONE.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Rubriche