Connect with us

Rubriche

Pagelle VB – Juventus-Atalanta, verso la fuga

I TOP e i FLOP di Juventus-Atalanta per Voce Bianconera.

Un confronto che non ha mai nulla di scontato, quello che avviene ogni volta tra due personalità come Juventus e Atalanta. La Dama e la Dea. I bergamaschi non sfigurano sul piano tattico, conducendo un buon primo tempo in cui portano i padroni di casa ad aumentare l’intensità del gioco, per potergli tenere il passo. Quella svista di troppo, però, gli diventa fatale e gli fa subire il raddoppio dell’ascesa juventina.

E così, se fino a poche settimane prima tutto ciò sembrava irrealizzabile per diverse circostanze (tra cui primeggiavano gli infortuni di troppo), ecco un fresco +4 tutto da gustare, con lo sfondo delle mie pagelle di Juventus-Atalanta per Voce Bianconera!

BUFFON 6 – Lievi allarmismi nella sua zona di campo: giornata in cui il nostro portierone numero uno può liberamente concedersi un caffè da SPETTATORE

LICHTSTEINER 5,5 – Il precoce mal di schiena che si trascina dall’inizio del match ne influenza la prestazione, fino alla sostituzione del secondo tempo. SFORTUNATO (49′ DE SCIGLIO 7 – L’autore indiscusso del raddoppio: il suo lancio vale il prezzo del biglietto. Così come la prestazione che ne segue. IL TERZINO)

BENATIA 6,5 – All’inizio sembra lui la sicurezza del reparto arretrato. Poi arrivano le sviste, e oltre ai nervi a crollare è la maglia. SPOGLIATO O SVOGLIATO?

CHIELLINI 7 – E poi, invece, a sicurezza si conferma lui. L’immancabile e indistruttibile King Kong. FEDELTÀ

ASAMOAH 6,5 – Che sia titolare, che sia sostituto, l’unica domanda da porsi per questo giocatore in questo momento della stagione è: a quando il rinnovo? ESSENZIALE

PJANIC 6 – Non è una novità: soffre inevitabilmente il centrocampo a due, limitandosi a manovrare ma mai ad incidere. Passaggi sporchi e macchinosi di troppo, che ne rallentano il gioco di squadra, portando spesso al recupero palla avversario. LIMITATO

MATUIDI 7 – Pjanic, chiediamo venia, ma per questa sera, lo scettro di “Maestro” lo spostiamo altrove. Il francese è un mix di corsa, grinta e tecnica di alto livello. Il gol arriva, come giusto che sia, da RICOMPENSA

 

COSTA 7,5 – Il tabellone dirà Higuain, ma il protagonista è Douglas Costa. Il brasiliano si concede una delle migliori prestazioni di inizio 2018, in un mix di velocità, passo triplo e tecnica fuori dall’ordinario. DEVASTANTE (78′ BARZAGLI s.v.)

DYBALA 6,5 – Il piccoletto dice la sua anche stasera: èrinchiuso nella sua bolla bergamasca, ma riesce comunque a ‘sporcare’ le azioni più determinanti in fase di sviluppo offensivo della squadra. C’È MA NON SI VEDE

MANDZUKIC 5,5 – Delude, e parecchio. Partita sottotono per il nostro Marione… la preoccupazione? Un mese così fuori forma, non lo si vedeva da un pò. Lo dico da mesi, era nell’aria, il momento sarebbe inevitabilmente arrivato: i segni dello “snaturare“ cominciano a farsi sentire. Mario Mandzukić nasce come centravanti, ha vinto come centravanti e vincerà altrettanto da centravanti. Non c’è altra dimensione in cui possa rendere più del ruolo con cui è nato, trionfato e cresciuto. La sua generosità è illimitata, d’oro, ma in partite come queste, dove vengono a mancare qualità primarie come corsa, spinta e anticipi, è uno spreco come pochi. GIGANTE INNOCUO ( ALEX SANDRO 6 – Il suo sostituto, effettivamente, non compie granché… ma tra un’accelerazione e l’altra, rivitalizza la fascia e una sufficienza la insacca. COMPITINO)

HIGUAIN 7 – Più lo si elogia, più macina record. Per lui è la 22esima rete stagionale. Più gioca, più dimostra l’evoluzione di giocatore a tutto campo. Ma sopratutto… più segna, e più ne vuole. Di più, di più e sempre di più. PANCIA PIENA? MAI!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Rubriche