Connect with us

Rubriche

Pagelle VB – Spal-Juventus, la barriera del Paolo Mazza

I TOP e i FLOP di Spal-Juventus per Voce Bianconera.

L’apoteosi di un’andata in goleada, mette in scena un ritorno da horror. La Juventus di Massimiliano Allegri scende a Ferrara con tutti i difetti possibili e immaginabili: lenti, privi di idee e quel lampo tipico dell’ “adesso la vinciamo” che tarda ad arrivare, fino a scomparire del tutto. È lecito non pretendere una marcia doppia dopo un periodo di partite così intenso, è lecito pensare di non poterle vincere tutte… nel frattempo, però, è anche lecito riflettere sull’idea che, in questo momento della stagione, la spunterà chi di passi falsi ne farà di meno. Il vantaggio di classifica rimane, ma diventa amaro e ridimensionato. Soltanto le prossime ore potranno svelare l’esito definitivo.

Nel mentre, però, i rimpianti sono tutti racchiusi qui, nelle mie pagelle bacchettone di Spal-Juventus, per Voce Bianconera!

BUFFON s.v. – La Spal non fa alcun tiro degno di nota. La notizia? I suoi compagni, si impegnano ancor di più ad imitarli in pieno. INOPEROSO

DE SCIGLIO 6,5 – Cross invitanti sulla sua corsia offensiva. Ma più di così, cosa gli si può chiedere? Sono puntualmente sprecati da un reparto che stasera non c’è e non incide. Mai. FIORE NEL DESERTO

RUGANI 6,5 – Passaggi puliti e marcature decise, il giovane difensore non fa pesare l’assenza di Benatia. Le ripartenze pericolose degli avversari non gli riguardano. ORDINATO

CHIELLINI 6 – Dalla cavalcata di belle speranze… alla preoccupazione della sostituzione. Gli infortuni, in casa Madama, cominciano a pesare. COSÌ NON VA (81′ BARZAGLI s.v.)

ASAMOAH 5 – Serata no anche per chi, alle scorse pagelle, si era strappato gli elogi di un rinnovo promettente. FRENATO (64′ MANDZUKIC 6 – La sua entrata conclude ben poco: ciò nonostante, lotta fisicamente e prova a sfiorare il gol anche laddove le possibilità sono nulle. Altro volto rispetto alle uscite precedenti. MIGLIORAMENTO)

PJANIC 5 – Verticalizzazioni imprecise, altrettanto nei passaggi… svogliato e inconcludente. il contrario di ciò che fa abitudinariamente. CONFUSIONARIO

MATUIDI 5 – Il francese è l’esatto opposto della partita precedente. Viene da chiedersi se, quello mandato in campo, sia il fratello gemello. MATUICHI? (84′ BENTANCUR 6 – Blocca sul finale un pericoloso contropiede degli avversari. L’impatto è ottimo. I minuti sono POCHI MA BUONI)

COSTA 6 – Gli unici fulmini del primo tempo provengono dalle sue parti. Cala nel secondo tempo, una sorta di supporto ai suoi compagni… ALTALENANTE

DYBALA 5,5 – Il cavallo di battaglia delle punizioni viene a mancare, non si può dire lo stesso delle costanti cadute dovute ai calci estenuanti degli avversari. COLPITO E AFFONDATO

ALEX SANDRO 5 – È costretto a ricoprire due ruoli: con l’introduzione di Mandzukić, torna nell’abitudinario. Già, ma quand’è che sarebbe entrato in partita? ESTRANEO

HIGUAIN 5 – Lento, lentissimo. Macchinoso, nervoso (l’unica abitudine riconoscibile della serata). Viene da chiedersi: il Pipita, quello vero, sta ancora allacciando gli scarpini nello spogliatoio? ALTER EGO

ALLEGRI 5,5 – Prova delle soluzioni, ma questa volta, il colpo da “maestro delle partite in corso”, proprio non gli riesce. Chiede velocità, pressing e pulizia nei passaggi. Riceve l’esatto contrario. PROBLEMI DI COMUNICAZIONE

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Rubriche