Connect with us

Italia

PALERMO-JUVENTUS: Allegri guarda al positivo e De Zerbi s’inchina

Una prestazione così così, ma pur sempre una vittoria. La Juventus porta a casa i tre punti dalla sofferta trasferta di Palermo, grazie all’autogol di Goldaniga sull’insidioso tiro-cross di Dani Alves. E, visti gli impegni ravvicinati di questo periodo, gli infortuni di Rugani e Asamoah e le tantissime ammonizioni rimediate da una parte e dall’altra per i troppi falli commessi, Massimiliano Allegri non ha potuto fare a meno di sottolineare i pochi aspetti positivi del match, per i quali il collega rosanero Roberto De Zerbi si è complimentato con lui e con la squadra bianconera nel post-gara.

SPONDA JUVENTUS – “Prendiamo tre punti e portiamoli a casa”, ha dichiarato Allegri ai microfoni di Mediaset premium. “Sono contento perché quando si vince 1-0 vuol dire che la squadra ha saputo soffrire contro un’altra squadra che veniva da due vittorie in trasferta e da tanto entusiasmo. Dispiace perché potevamo fare meglio sul piano tecnico e così non è stato, ma portiamo a casa la vittoria che è la cosa più importante. Alla nostra manovra è ovvio che manchino Marchisio e Pogba perché non ci sono: giocano gli altri ed essendo tutti giocatori della Juventus non possono permettersi determinati errori. Higuain-Mandžukić? Hanno fatto bene insieme, tanto che sono tornati spesso indietro a fare una buona fase difensiva. Era la prima volta che giocavano insieme: mi servivano oggi insieme perché dovevano agire come punti di riferimento per tutti gli altri contro un buon Palermo. Per quello che avevo chiesto loro, hanno giocato bene, ma è chiaro che sono entrambi giocatori più adatti a giocare di sponda. Chiellini aveva giocato molte partite e per questo avevo scelto di mettere in campo Rugani. Quest’ultimo sta in piedi, mentre Asamoah è sdraiato sul lettino: spero non sia nulla di preoccupante, l’obiettivo è quello di tirare ancora per una settimana arrivando a raschiare il fondo del barile per poi arrivare alla sosta e cercare di recuperare tutti. Cuadrado? Ha fatto una buona partita anche se si è visto che non giocava una partita ufficiale da tanto tempo: quando sarà rientrato in forma, farà ancora meglio. Il Campionato? È aperto perché siamo solamente alla sesta giornata, ma la Juventus ha fatto un buon inizio. Ora dobbiamo pensare a battere la Dinamo martedì in Champions, dove bisognerà fare goal, ma non sarà semplice”.

SPONDA PALERMO – Sono soddisfatto, ma dispiace per aver preso un goal brutto da digerire”, gli ha fatto eco De Zerbi. “Mi rimane la prestazione, l’atteggiamento dei ragazzi che è stato straordinario e il modo in cui abbiamo giocato perché abbiamo giocato con voglia di fare ed entusiasmo. In campo mi faccio sentire perché sono dentro la gara: il paragone con Conte da questo punto di vista mi fa piacere. C’è un confine tra coraggio e presunzione: il Siviglia che ha vinto l’Europa League negli ultimi tre anni è riuscito a entrare nell’area della Juventus soltanto tredici volte in novanta minuti. Avremmo potuto mettere un po’ di coraggio in più, ma avremmo peccato di presunzione: è sempre meglio avere rispetto di chi si ha davanti perché la Juve è una squadra pazzesca e, quando attacca, fa davvero paura”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia