Connect with us

Italia

Pjanic è carico: “Sono alla Juventus per vincere. Dopo la sosta debutterò. Siamo tra i top club della Champions League”

Il suo esordio ufficiale con la maglia della Juventus ancora non è arrivato a causa di un fastidio all’anca, ma lui non demorde e aspetta il suo momento con pazienza. Miralem Pjanic ha parlato dal ritiro della Bosnia della stagione appena iniziata e del primo impatto col mondo juventino.

VOGLIA DI VINCERE – Il primo acquisto del calciomercato bianconero ha spiegato il motivo del suo addio alla Roma: “E’ una grandissima squadra e io, dopo cinque anni stupendi alla Roma, avevo voglia di cambiare. Adesso sono qua per vincere trofei e questo club mi voleva da tanto tempo”.

CHE FATICA CON MAX – Pjanic sta sentendo sulla sua pelle cosa significhi lavorare nella Juventus di Allegri:Con lui ho un buon rapporto, lui è un ottimo allenatore. Durante gli allenamenti ci fa lavorare sodo, mentre all’esterno è una persona molto semplice e cordiale. Alla Juve si allena soprattutto la parte fisica di un giocatore, per questo non abbiamo voluto rischiare il mio impiego in campionato. Dopo la sosta farò il mio debutto sicuramente“.

SUPERARE IL GIRONE – Il bosniaco punta tutto sulla Champions: “In Champions League vogliamo fare meglio dell’anno scorso. Il nostro primo obiettivo è passare il girone ma dopo può succedere di tutto e non ci poniamo limiti. Abbiamo una grande squadra, a livello di tutte le altre big europee“.

LOTTA SCUDETTO – Per lo scudetto le pretendenti non mancano: “Ancora è presto per dire con chi lotteremo. Sicuramente ci saranno Napoli, Roma, Milan e Inter. Molte squadre hanno fatto un ottimo mercato come i nerazzurri ed i partenopei. La Roma ha anche cambiato poco ed è forte“.

Pjanic si prepara all’esordio. Se tutto andrà bene, sabato 10 settembre lo vedremo per la prima volta giocare con la Juventus contro il Sassuolo. Il suo talento e la sua tecnica faranno fare il salto di qualità tanto richiesto da Allegri? Al campo la risposta. Il bosniaco non vede l’ora di dimostrare che i 32 milioni (più bonus) spesi da Marotta per lui sono più che meritati.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia