Connect with us

VERSO LA FINALISSIMA- A distanza di poco più di quarantotto ore dalla finalissima, l’atmosfera Champions paralizza l’Europa.
Un ritorno alla gloria dei tempi quello di Sabato prossimo all’Olympiastadion.
Countdown e lunghe attese dispongono il pubblico di frenesia ed entusiasmo, indaffarato nella programmazione del grande giorno. 
Maxi schermi al centro delle piazze italiane richiamano tifosi bianconeri da ogni dove.
Acquistato già un numero elevatissimo di biglietti aerei e ferroviari in direzione Torino.
La mole attende l’esplosione euforica delle bandiere in movimento. Sarà soprattutto Piazza San Carlo ad ospitare i tifosi della Juventus,  c’è l’ok del Comune per la disposizione dei maxischermi.
Un evento emblematico quello della finale di Berlino, apice di un’annata scoppiettante. La serata di dopodomani ingloberà l’Italia intera: oltre Torino anche  Milano, Lecce, Ischia, Salerno, Messina e tante altre all’allestimento.
Non finisce qui, al culmine di un lungo elenco si inseriscono anche le più grandi località mondiali: all’appello New York, Londra e Lisbona.

EQUIPE IN PREPARAZIONE, CON ESSA GLI ULTRAS- Non mancherà il sostegno della bolgia bianconera, affiancata al potenziale dei giocatori juventini consentirà un termine stagionale privo di rimorsi.
Sensazioni poco rassicuranti lasciano trapelare un velo di insicurezza rispetto all’esito del match di Sabato 6 Giugno.
Un Barça capace, all’inseguimento della quinta Coppa dei Campioni.
Un notevole repertorio di trofei valorosi incentivano il timore per il team di Luis Enrique da parte del popolo bianconero.

L’ORACOLO CILENO- Intanto i fuoriclasse juventini esprimono le ultime sentenze prime di scendere in campo. Tra i top Arturo Vidal dichiarava già ad Agosto: <<Quest’anno vincerò la Champions League>>.
Una profezia azzardata ad animare le speranze bianconere, sfavoriti nell’ultimo stand di un capitolo sensazionale.
La società ci crede, ci credono le famiglie che Sabato assisteranno ad una gara elegante, con loro anche i tifosi che canteranno allo stadio in onore di grandi giocatori, reduci da un processo di importante evoluzione.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe