Connect with us

In una partita di calcio esistono i calciatori che sono i protagonisti sul campo, e i tifosi, che formano la coreografia sugli spalti e che non smettono mai di incitare la propria squadra. Sai che noia le partite a porte chiuse. Questo mio articolo vuole rivolgersi in particolare al tifo organizzato per sfatare il life motive, purtroppo ricorrente che tutti gli appartenenti ai gruppi ultras siano violenti. A me hanno insegnato che fa molto più rumore una pianta che cade che cento che crescono. E’ il caso del gruppo ultras di cui vorrei parlare, il Nucleo 1985. Fondato da Massimo che ne è tuttora il presidente, ha come mission l’aggregazione dei tifosi bianconeri che vivono in Veneto e Lombardia, e che oltre a gustarsi la partita vogliono vivere lo spirito ultras dello stare insieme, gioire e soffrire per i propri colori con l’unico obiettivo di incitare sino alla fine i propri beniamini. Il motto coniato dal fondatore non a caso è:nessuno deve rimanere indietro”.

Il nome 1985 fa riferimento alla tragedia dell’Heysel con l’obiettivo di non dimenticare mai la tragedia alla quale il fondatore è stato costretto suo malgrado ad assistere, e che lo ha segnato profondamente, e per il quale si impegna a mantenerne vivo il ricordo perchè nessuno dimentichi. A Roma il gruppo aveva coniato la maglietta di cui conservo gelosamente il ricordo con la seguente scritta: A Roma per sognare con l’Heysel da non dimenticare, a Berlino la scritta sarà la medesima cambiando solo la destinazione, perchè la cosa importante per questo gruppo è sostenere la propria squadra del cuore facendo chilometri e chilometri e sacrificando il proprio tempo, e impiegando le proprie risorse anche economiche, con un obiettivo comune, divertirsi sostenendo la propria squadra. Questo è solo uno spaccato di un gruppo di cui ho fatto parte e del quale ricordo orgogliosamente gli splendidi momenti vissuti insieme, ma deve essere soprattutto un messaggio di speranza per chi è convinto che gli ultras siano tutti delle cattive persone e che il mondo del tifo sia popolato da gente poco raccomandabile.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia