Connect with us

Il Napoli dopo il fallimento della stagione 2014/2015 prova a mescolare le carte in tavole per ripartire il più in fretta possibile.

Dopo le occasioni perse in Europa, con l’eliminazione ai preliminari di Champions League e la sconfitta quasi clamorosa subita per mano del non irresistibile Dnipro in semifinale di Europa League il presidente Aurelio De Laurentiis ha deciso di interrompere il rapporto con il tecnico Rafa Benitez, già trasferitosi al Real Madrid, e il direttore sportivo Riccardo Bigon, che ripartirà da Verona sponda Hellas.

Per il nuovo corso del Napoli, ADL ha deciso di puntare su gente che ha fatto la gavetta e che conosce molto da vicino le piccole realtà provinciali delle categorie inferiori. Il nuovo tecnico scelto dal patron partenopeo è Maurizio Sarri, autentica rivelazione del campionato appena concluso che con il suo Empoli ha impressionato tutti con un mix di giovani e giocatori esperti mostrando forse il miglior modo di giocare a pallone.

Il tecnico scelto dal Napoli forse non sarà stata la prima scelta, ma è il classico esempio di come la gavetta sia fondamentale per crescere gradualmente e compiere grandi cose, e questa unita alla passione per questo sport può portare un allenatore semi sconosciuto alle luci della ribalta e alla conquista di una panchina prestigiosa.

Le sorprese però non finiscono qui, perché al fianco del presidente e del nuovo tecnico ci sarà uno dei direttori sportivi più interessante del panorama italiano, quel Cristiano Giuntoli capace di costruire una squadra competitiva, il Carpi, che con un budget rasente allo zero ha centrato la prima storica promozione in serie con una rosa fatta di giocatori giovani in cerca di riscatto e vogliosi di arrivare a raggiungere grandi traguardi.

Forse a Napoli si sarebbero aspettati nomi più altisonanti, ma la concretezza è la parola chiave che contraddistingue questi due personaggi ed è la stessa parola chiave che è mancata al Napoli nelle ultime stagioni per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia