Connect with us

“VINCEREMO LO SCUDETTO”-  “Vinceremo lo scudetto, ne sono sicuro. Siamo più forti della Juve”  dichiarava Rudi Garcia subito dopo la sconfitta contro la squadra di Massimiliano Allegri del 5 Ottobre.
Un esito di gara assai discusso aveva scaturito delle reazioni spropositate da parte dell’allenatore della Roma: dopo il gesto del violino, ancora in discussione le decisioni arbitrali del giudice di gara Rocchi, presunto artefice di uno “scandalo calcistico”.
Una serie di convinzioni alimentate da una superficiale amarezza e non solo, anche il portiere giallorosso Morgan De Sanctis aggiungeva:  “loro imbattibili per il sistema”. Alibi e parole azzardate ormai note giustificavano i pochi punti che a inizio campionato marcavano il divario tra la squadra della Capitale e la Juventus.

DAL TOP AL FLOP- Una stagione intrapresa elegantemente sembrava potesse davvero proiettare verso la conquista del tricolore l’A.S. Roma, reduce da un precedente campionato di rinascita.
La realizzazione di un buon lavoro da parte dell’allenatore francese aveva effettivamente indotto ad esiti positivi, dalle cinque vittorie consecutive in campionato, alla modesta resa dei due incontri di Champions League contro il CSKA Mosca ed il Manchester City.

Un decollo purtroppo non duraturo, terminato nell’arco di breve tempo, catapulta poi la squadra di Garcia in bilico tra il terzo ed il secondo posto.
E’ la serie inspiegabile di pareggi in Serie A e l’umiliazione dell’ 1-7 contro il Bayern (secondo dopo quello dell’anno 2007 contro il Manchester di Alex Ferguson) a tracciare la strada di un declino inaspettato, mentre la Fiorentina serra persino il varco della Coppa Italia, espugnando la Roma allo stadio Olimpico con un risultato di 0-2 per la squadra ospite.
Un trionfo che non sazia i viola, pronti a far fuori gli stessi avversari anche al di fuori delle Coppe italiane: la Fiorentina vince nuovamente fuori casa e rincorre il sogno dell’Europa League in semifinale, ponendo fine ad un altro obiettivo giallorosso.
Un’annata partita bene ma sicuramente non terminata in altrettanto modo, con una Roma agli sgoccioli che riesce comunque a guadagnarsi il posto in Champions grazie al trionfo nel derby contro la Lazio di Stefano Pioli.

38′ GIORNATA DI SERIE A-  Non è però una vittoria ad ultimare il cammino di regressione giallorosso,  conclusosi con l’ennesima aspra sconfitta causata dalla tenacia palermitana, autrice delle reti di Vazquez dal dischetto e di Belotti allo scadere del tempo.
Uno spiacevole match per la squadra di Rudi Garcia, non risolvibile neppure attraverso un maestoso pallonetto del capitano Francesco Totti, riflette l’andamento annuo di esiti via via più deludenti e pone fine alla stagione 201415, non in linea con le aspettative del pubblico e della società.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia