Connect with us

Breaking News

Serie A, la Juventus a caccia di conferme nella capitale sfidando la Lazio

Nel tardo pomeriggio di oggi, con calcio d’inizio fissato per le ore 18.o0, la Juventus, penta campione d’Italia, in carica affronterà la prima trasferta della stagione agonistica 2016/2017. Infatti, il primo anticipo della seconda giornata del campionato di Serie A, vedrà i bianconeri impegnati allo stadio Olimpico di Roma, per sfidare la Lazio, in una partita sempre molto affascinante. I bianconeri tornano nella capitale, ad un anno esatto dalla sconfitta subita proprio il 28 agosto 2015 contro la Roma, che fece chiudere ai bianconeri a quota zero punti, le prime due giornate dello scorso torneo; la “Vecchia Signora” però, arriva a questo confronto con il morale alto dopo la vittoria interna di sabato scorso, contro la Fiorentina, culminata con il primo gol ufficiale in bianconero di Gonzalo Higuain. L’ex centravanti del Napoli, oggi dovrebbe partire dalla panchina, lasciando il posto da titolare al croato Mario Mandzukic, che affiancherà Paulo Dybala. Il “pipita” sta recuperando la miglior forma atletica possibile e nell’allenamento di ieri, mister Massimiliano Allegri, lo ha visto un pò affaticato. In difesa, dovrebbe fare il suo esordio ufficiale il marocchino Mehdi Benatia, in quanto Leonardo Bonucci, sarà assente per motivi personali, per il resto, il reparto arretrato sarà uguale a quello visto contro i viola. Sarà così, anche per il centrocampo, per lo meno nel settore centrale dove Sami Khedira Mario Lemina, partiranno sicuramente titolari. Imporsi a Roma, non è mai facile, anche perchè i biancocelesti vengono dalla quaterna esterna inflitta alla Atalanta. l’uomo più temuto è l’ex Ciro Immobile, che è subito andato a segno a Bergamo, ma dal punto di vista del collettivo la squadra allenata da mister Simone Inzaghi, ha dimostrato di non temere nessuno. Se vorrà vincere la Juventus, dovrà puntare sulle fragilità difensive dell’avversario odierno, non del tutto risolte, tanto da subire tre gol all’esordio e poi i biancocelesti, hanno avuto un calo di tensione pauroso trovandosi in vantaggio di tre reti, hanno rischiato di vanificare tutto, ma per riconquistare del tutto la propria gente, la Lazio è chiamata ad una prestazione superba.

Marco Parolo, dovrà essere il “direttore d’orchestra” a centrocampo, ma la difesa juventina dovrà fare attenzione anche ai calci piazzati e tiri dalla distanza dell’argentino Lucas Biglia, capitano biancoceleste, sulle fasce laterali occhio doveroso all’esperto Senad Lulic, mentre in attacco oltre ad Immobile c’è il giovane, ma velocissimo Leonardo Kishna. Questi sono i giocatori, a cui la Juventus deve fare particolare attenzione, e che cercheranno di regalare un tardo pomeriggio magico al proprio pubblico, per una vittoria che in casa in campionato manca da ben 13 anni, 5 dicembre 2003, 2-0  firmato da due ex calciatori Bernardo Corradi Stefano Fiore. La Lazio, ha fatto tre volte “centro” in casa solo in Coppa Italia, 2-0 nella finale d’andata 2004, e 2-1 nella semifinale d’andata 2009, cosi come nei quarti di finale dell’edizione 2013. In campionato però, la Juventus è un tabù da sfatare, in ventitrè sfide, sono ben diciassette i successi juventini, con soli sei pareggi. Lo scorso anno, la “signora” vinse facilmente per 0-2, grazie anche ad un grandissimo gol di Dybala e nella stagione precedente inflisse addirittura un terno esterno ai laziali, che in questi ultimi due anni ,nelle gare ufficiali contro i bianconeri hanno subito caterve di reti. Arbitrerà la contesa il sig. Marco Guida di Torre Annunziata; prima dell’inizio del match verrà osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del tremendo terremoto che nella notte tra Martedì e Mercoledì, ha devastato i piccoli paesi dell’Umbria e del Lazio, le due squadre giocheranno con il lutto al braccio.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Breaking News