Connect with us

Italia

Una brutta Italia vince in Israele. Chiellini, il momento no continua: espulso

Questa sera contavano i tre punti ed i tre punti sono arrivati. L’Italia ha sconfitto Israele per 3-1 nell’esordio del gruppo G valido per le qualificazioni ai mondiali di Russia 2018 grazie ai goal di Pellè, Candreva su rigore ed Immobile. Nonostante il risultato possa far pensare il contrario, il match non è stato tutto in discesa, l’Italia parte bene e sblocca il risultato con Pellè, che sembra aver definitivamente accantonato le critiche per l’errore dal dischetto contro la Germania, e raddoppia con Candreva su calcio di rigore. Da questo momento l’Italia va in black out e commette nuovamente quegli errori che sono costati cari nell’amichevole contro la Francia, giocando con superficialità e senza grinta.

Al 35′, 4 minuti dopo il raddoppio, Giorgio Chiellini commette una leggerezza in fase di palleggio e favorisce il goal del momentaneo 1-2 di Tai Ben Haim che riapre momentaneamente il match e trasforma il Sammy Ofer Stadium in una bolgia infernale. All’inizio della ripresa l’incubo continua, al 55′ il difensore della Juventus viene espulso per doppia ammonizione ed Israele aumenta il forcing alla ricerca del pareggio ma un grande Buffon nega la gioia del goal agli israeliani respingendo in rapida sequenza i tiri di Kehat e Zahavi. L’Italia sembra sul punto di crollare ma grazie alla guida dei senatori azzurri non perde la bussola e nei minuti finali, all’83’, Ciro Immobile fissa il risultato sull’1-3 mettendo al sicuro la vittoria.

Una vittoria sofferta che fa iniziare il cammino azzurro verso la Russia nel migliore dei modi, almeno per quanto riguarda il risultato, per il gioco c’è ancora tanto da lavorare, soprattutto guardando la Spagna che contro il Liechtenstein ha vinto con un sonoro 8-0 prendendosi così, in attesa dello scontro diretto in programma il 6 Ottobre a Torino, il primo posto del gruppo, l’unico poi che dà la certezza della qualificazione, ed avvisando gli azzurri che contro gli iberici ci sarà bisogno di tutt’altra prestazione.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Italia