Connect with us

Sono passati quasi vent’anni da quella notte in cui Gianluca Vialli alzò al cielo di Roma la Champions League vinta dalla Juventus, dopo un’estenuante gara contro l’Ajax, vinta 5 – 3 ai calci di rigore. Una notte che i bianconeri ed i tifosi avrebbero tanto voluto rivivere quest’anno, ma che sembra destinata a dover essere sempre rimandata, quasi come fosse una maledizione. La sesta finale di Champions persa, ancora una volta la Vecchia Signora arriva vicinissima al grande traguardo, ma viene fermata prima di compiere il passo decisivo verso la realizzazione di quel sogno.

Ma non si deve essere pessimisti. Bisogna anzi far tesoro di questa esperienza, di nuovo, concentrarsi su cosa va migliorato e pensare che in fondo “Ci riproveremo alla prossima stagione”. E’ il pensiero dello stesso Vialli, il quale, intervistato da Sky Sport 24, è tornato a parlare della sfida persa dai bianconeri contro il Barcellona. Senza dubbio l’avversario più ostico che si potesse incontrare, ma con la consapevolezza di aver dato il massimo e aver dimostrato che quella famosa “mentalità da Champions” la Juventus la sta acquisendo sempre di più.

La Juve ha fatto il massimo, peccato perché si poteva ad un certo punto fare di più. Però il Barcellona è forte, i bianconeri hanno gestito bene il dopo senza isterismi e pensando alla prossima Champions League”, ha commentato l’ex attaccante.

BUFFON DA PALLONE D’ORO –  Vialli non ha dubbi sul fatto che la Juventus in Serie A non abbia rivali: “In Italia i bianconeri sono ancora nettamente avanti, si vede dalla programmazione e voglia di vincere. Buffon merita il Pallone d’Oro alla carriera, ma per battere i Messi e Ronaldo devi vincere o Mondiale o Champions“.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Coppe